…dopo quel viaggio tutto cambió, Sara incontrò il suo futuro per i vicoli di quel villaggio. Capì che il trattamento dei materiali e la manualità dovevano essere un segno distintivo dei suoi prodotti. Poteva fare qualcosa di interessante nella sua vita, aveva capito il senso dell’artigianalità, del saper lavorare i materiali principali. Così immaginò altre vie e un nuovo modo di presentare le sue creazioni e il suo stile. Nel suo laboratorio di Firenze cominciò a creare dei nuovi modelli che fossero eleganti e sobri con i migliori materiali e le migliori finiture. Pensò anche al metodo per comunicare e condividere questa sua visione, così nacquero i nuovi disegni. I primi bozzetti dei modelli delle borse li disegnó sul tablet, mentre era in viaggio verso Parigi…
ogni donna può essere Sara Conte, può sentirsi sempre al posto giusto e mai sola… perché la tua Sara Conte, sarà con te!